Contenuto principale

La simulazione applicata  in campo militare: live,  virtual e constructive  per un addestramento più sicuro ed efficiente

Nasce a pomezia la STE azienda tutta italiana che  negli anni, è diventata leader nell’ambito dell’Innovation & Comunication Technology and Building. La società, da diversi anni, opera anche nel settore Training and Simulation, mettendo a disposizione le proprie competenze in materia di System Integrator nella realizzazione di un insieme di sistemi addestrativi di tipo live e piattaforme per applicazioni virtual, rispondendo alle esigenze del Ministero della Difesa con innovativi sistemi di simulazione militare.
L’azienda Ste ha fornito il sistema C-Ied Ctc al centro di San Giorgio a Brunico. Sistemi di tipo live e piattaforme per applicazioni virtual in grado di contenere i nuovi tipi di attacco anche all’interno delle aree più popolate e  per l’addestramento e la formazione del personale nel contrasto alla minaccia IED (Ordigni Esplosivi Improvvisati) in ambiente sicuro e altamente realistico. Le simulazioni hanno anche lo scopo di esercitarsi in azioni di pronto soccorso massivo e interventi di emergenza civile all’interno di zone densamente abitate come il tessuto urbano.

La simulazione militare ha, anzitutto, l’intento di addestrare il personale a reagire di fronte ad eventi estremi come può essere un attentato terroristico in corso.
Per simulazione si intende l’emulazione, in ambiente virtuale, di un sistema reale che permette di testare le conseguenze e le reazioni che un evento, difficilmente riproducibile nella realtà, scatenerebbe. In ambito militare esistono diversi modelli di simulazione classificati in base alle loro diverse caratteristiche.
Nel Live persone reali agiscono in ambienti reali, con strumenti reali ma con effetti simulati mentre nel Virtual vi sono persone reali che però agiscono in ambienti simulati con strumenti simulati.
Nella simulazione Constructive invece sono presenti soggetti simulati che agiscono in ambienti simulati e con strumenti simulati.

Questa scelta è sicuramente una svolta anche in ambito economico in quanto consente di risparmiare sia sui costi di spostamento del personale e sui costi delle armi e delle munizioni.
(P.F.)